TESTIMONIANZE
 

 

 

Il desiderio di qualcosa di più

Tempo del raccolto


Ho sognato e sperato per giorni che arrivasse questa fase: le fatiche, la costanza, la trasparenza, l'umiltà', la solarità, il sostegno disinteressato, l'empatia, e ... il desiderio di qualcosa di più nel rispetto delle persone con cui sto vivendo questa esperienza.
Mi stanno regalando un raccolto più prosperoso di quanto potessi immaginare ...
Sono felice. Sono molto felice. Sono orgogliosa e soddisfatta per quello che sto facendo. Ed ora mi godo la gioia del vedere relazioni, proposte organizzative, suggerimenti educativi che ho seminato in questi 4 mesi prendere forma, divenire quotidianità a favore delle ragazze, delle bimbe, della gente che incontro ogni giorno e che, in questo periodo, sento come mia famiglia adottiva.


 

Mi emoziona comprendere, attraverso i piccoli gesti e i loro modi di porsi, che le ragazze vedono in me una sorella maggiore su cui poter fare affidamento, con cui possono divertirsi e che, nello stesso tempo, le sprona a dare il massimo nello studio e a trovare passioni ed interessi, che le aiutino a crescere serene e al massimo di quanto il contesto e le doti personali permettono loro.
Mi brillano gli occhi ogni volta che me ne ritrovo sotto il naso una prova.
Percepire che le donne, gli uomini, le ragazze e le bambine mi espimono un rispetto, non dovuto, in quanto volontaria bianca e adulta, - è un rispetto vero e ricco, alimentato da piccoli momenti vissuti insieme in cui reciprocamente abbiamo voluto incontrarci, nonostante la diversità delle lingue, delle culture, dell sesso o dell'eta - mi rende grata verso di loro e verso me stessa, perché L'INCONTRO AVVIENE QUANDO OGNUNO FA IL PROPRIO PASSO.

E se per me il passo e' consistito nel prendere un aereo, per loro ha avuto molti colori e forme:
nutrirmi e permettermi il "sentirmi a casa'';

attraversare la strada per salutarmi stringendomi la mano ed insistendo perché rispondessi nel modo giusto e con la pronuncia perfetta;

farmi sentire responsabile delle bambine e delle ragazze,

difendere me e le bimbe che accompagno a scuola dai cani randagi;

mostrarmi la meraviglia della natura africana;

farmi conoscere la realtà sociale politica ed economica del paese in cui mi trovo;

portarmi a bere una birra dopo mesi che non uscivo dall'orfanotrofio;

raccontarmi modi usi e costumi tra generazioni e sessi;

abbracciarmi dopo la celebrazione del Natale - nonostante qui l'abbraccio non sia propriamente usuale-;

non offendersi perché ho vomitato l'inshua (insetto) condiviso con me;

pregare in inglese per poterci sentire fratelli e sorelle in Dio;

riabbracciarmi con entusiasmo dopo un mese che non vedevo più alcune ragazze e bambine;

giocare ad ''indovina cosa sta dicendo?'' provando pazientemente a decifrare i miei tentativi linguistici ...

E' già, in questi giorni mi sto rendendo conto che i miei quattro mesi qui hanno dimostrato alla gente che non sono venuta per fare un giro turistico e prendermi ''er mejo'' della situazione: i sorrisi, i colori, la pace, la semplicità ... anche se questa parte la custodirò gelosamente nel mio cuore per sempre.
Sto condividendo con loro anche le fatiche del lavoro sotto il sole, la rabbia per la mancanza di risorse necessarie, l'aridità'della strada sterrata a metà giornata, la pazienza per non destabilizzare ritmi solo perché diversi dai miei, l'entusiasmo per una pioggia necessaria al raccolto, l'incredulità e lo sconforto per le persone morte a causa dell'attacco di ippopotami o di elefanti nei villaggi, l'attesa sotto il sole per il pronto soccorso o l'uniforme e i quaderni per la scuola o le vaccinazioni...

Questa e' lo Zambia - l'Africa non lo posso ancora dire - e' immenso, ma vi assicuro che lo Zambia è tutto questo e molto altro.

In questi mesi non sono ancora riuscita a raccontarvi tutto:lo vedrete nelle foto, nei miei occhi, lo ascolterete dalla mia bocca.
Non vedo l'ora di raccontarvi tutto, anche se so già che per me non sarà facile una volta lontana da qua...

 




 





Vi abbraccio forte e con tanto affetto e nostalgia. Vi ho tutti sempre nel cuore.
A presto. Kiss La

 

LAURA LONATI, Caravaggio
Volontaria in Zambia - Chirundu da ottobre 2011




web site official: www.suoredimariabambina.org