TEMPO LITURGICO
 
 


Il mistero pasquale raggiunge il suo vertice

L'azione trasformante e rinnovatrice dello Spirito


Celebriamo con gioia il giorno cinquantesimo, dopo la Pasqua - è questo il senso etimologico del termine "Pentecoste"- e oggi il dono della Pasqua raggiunge il suo culmine, la sua compiutezza per la potenza dello Spirito Santo ...

PASQUA E PENTECOSTE
Il testo del vangelo di Giovanni (20,19-23) ... ci riporta alla sera dello stesso giorno di Pasqua, quando Gesù risorto viene nel luogo dove i discepoli sono riuniti, augura la pace, mostra i segni delle piaghe sulle mani e sul costato e, alitando sui discepoli, consegna loro il mandato di continuare la sua missione: "Ricevete lo Spirito santo; a chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete resteranno non rimessi". Gesù affida ai suoi una missione nello Spirito santo, una missione che rende presente lungo i secoli l'opera di salvezza.
A 50 giorni dalla risurrezione, l'evento del dono dello Spirito si ripete. Il testo tratto dagli Atti degli Apostoli (2,1-11) presenta i discepoli insieme nella preghiera con Maria, la Madre di Gesù. All'improvviso viene dal cielo un frastuono come di vento gagliardo. Lo Spirito Santo riempie la casa e si posa su ciascuno dei discepoli. Egli instaura definitivamente la nuova legge, la legge dell'amore che non abolisce i comandamenti, ma li porta a compimento e ci mette in grado di viverli con libertà e gioia.
Nel racconto dell'evangelista Luca la Chiesa legge la sua pagina fondativa, l'inizio del suo cammino sulle strade del mondo. La Chiesa dunque non è frutto di una decisione umana, ma sgorga dallo Spirito del Risorto. Ieri e oggi.

IERI E OGGI
Quanto è accaduto nella prima Pentecoste noi lo riattualizziamo in questa liturgia celebrando lo Spirito Santo che ancora una volta scende sulla Chiesa e su ogni discepolo. Ora, qui e adesso, in questo Duomo, lo Spirito del Risorto si comunica a noi dandoci anzitutto la forza della testimonianza. Si avvera cosi, come 2000 anni fa, la promessa di Gesù: "Avrete forza dallo Spirito santo che scenderà su di voi e mi sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino agli estremi confini della terra".
Oggi come ieri lo Spirito Santo agisce contemporaneamente nel cuore e sulle labbra dei credenti che annunciano con coraggio il Vangelo, e nel cuore e negli orecchi degli ascoltatori che si aprono alla forza trasformante della Parola ...
La Chiesa nata a Pentecoste Dunque la Chiesa celebra oggi le sue origini e ci chiediamo: quale il messaggio di questa festa per noi? In altre parole, che cosa fa lo Spirito santo nella Chiesa del nostro tempo, in noi e nel mondo? Lo Spirito santo infatti non interviene solo alle origini della Chiesa, ma è Colui che la inserisce vitalmente in Cristo, la fa cresce re nella santità, la conforma a Gesù nella molteplicità e nella varietà delle situazioni storiche. La Chiesa perciò è sempre sotto l'azione trasformante e rinnovatrice dello Spirito divino che le permette di superare le fatiche, le paure, le pigrizie, la mondanità e la inclina al silenzio, all'interiorità, alla preghiera, a porre gesti di consolazione e di attenzione verso i più poveri. La Chiesa che nasce a Pentecoste è missionaria ed ecumenica: a Pentecoste la Parola inizia la sua corsa partendo da Gerusalemme e viene proclamata, lungo i secoli e le epoche, per interpellare tutti gli uomini e le donne della terra. Per questo lo Spirito santo spinge fortemente la Chiesa anche sulle vie del cammino ecumenico e del dialogo interreligioso ... C'è infatti un cammino di riconciliazione e di pace per l'umanità e per ciascuno di noi, che passa attraverso il dono dello Spirito effuso sulla Chiesa.

 



LA NOSTRA PENTECOSTE
Vediamo infine che cosa opera lo Spirito santo in ciascuno di noi. Anzitutto introduce nella nostra caducità mortale la vita eterna e inserisce nella nostra esistenza un dinamismo di amore, gioia, fiducia, spontaneità, scioltezza, libertà.
E' lo Spirito che ci conduce verso la verità tutta intera che è Gesù Cristo corroborando la nostra fede, rendendoci ardenti nella speranza, mettendo in noi una carità operosa, attenta ai drammi che lacerano l'umanità.
E' lo Spirito che ci fa capaci di incarnare le parole e gli atteggiamenti di Gesù, di essere una cosa sola in Gesù.
E' lo Spirito che opera in noi attraverso la consolazione della mente, del cuore e della vita ... e ci infonde serenità interiore, pace, fervore, voglia di pregare, entusiasmo, slancio, creatività, fortezza nelle avversità. Ed è sempre lo Spirito che ci guida alla santità intesa come partecipazione alla vita stessa di Dio. La santità cristiana è lo Spirito Santo che vive in noi e che rende possibile quella che il Papa, nella sua lettera sul nuovo millennio, ha detto essere "la prospettiva in cui deve porsi tutto il cammino pastorale" (NMI, n.30).
In questo senso la Pentecoste è la festa della santità offerta a tutti, è la straordinaria potenza della risurrezione di Gesù che invade e permea tutta la vita e la storia.


 
 


CONCLUSIONE
Vorrei concludere facendo mie le parole con cui il Papa termina la sua lettera apostolica: 'Il mandato missionario ci introduce nel terzo millennio invitandoci allo stesso entusiasmo che fu proprio dei cristiani della prima ora: possiamo contare sulla forza dello stesso Spirito che fu effuso a Pentecoste e ci spinge oggi a ripartire sorretti dalla speranza che non delude". E aggiunge: "Ogni domenica il Cristo risorto ci ridà appuntamento nel cenacolo, dove la sera del 'primo giorno dopo il sabato' (Gv 20,19) si presentò ai suoi per alitare su di loro il dono vivificante dello Spirito e iniziarli alla grande avventura dell'evangelizzazione" (n.58).
Ci accompagna nel cammino Maria, presentata e invocata tante volte da Giovanni Paolo II come "stella della nuova evangelizzazione". A lei, che ha concepito Gesù per opera dello Spirito santo e si è poi fatta guidare dalla sua azione interiore, chiediamo di aiutarci a ripetere ogni giorno della nostra vita la preghiera: Vieni, Spirito santo!

 
da: CM. Martini, Omelia nella solennità di Pentecoste,
Duomo, 3 giugno 2001
 
web site official: www.suoredimariabambina.org