SUSSIDI E PREGHIERE
  IL SIGNORE ANNUNCIA LA PACE DEL SUO POPOLO
  Salmo 84


Ma quando venne la pienezza dei tempi, Dio mandò il suo figlio, nato da donna, nato sotto la legge, per riscattare colore che erano sotto la legge, perché ricevessimo l'adozione a figli. Gal 4,4-5.

Il salmo probabilmente fu composto subito dopo che la liberazione dall'esilio ricondusse in patria i "deportati di Giacobbe". Di qui l'alternarsi di sentimenti di giubilo riconoscente e di preoccupazioni angosciose. Davanti alle incertezze per il futuro, sul quale viene invocata la misericordia del Signore, il salmista si mette in atteggiamento di ascolto. E il Signore fa udire l'oracolo desiderato: annunci di pace e di salvezza, promesse di verità e di giustizia, connubio di bontà e fedeltà tra cielo e terra, finalmente riconciliati nel Cristo.

L'uso liturgico e il commento patristico di questo salmo non lasciano incertezze nella sua interpretazione messianica, incentrata nel mistero dell'Incarnazione del Verbo, quando dal cielo le nubi pioveranno il Giusto, e la terra fertile del grembo verginale di Maria germoglierà il Principe della pace, venuto a "rendere testimonianza alla verità".
   
     

Signore, sei stato buono con la tua terra,
hai ricondotto i deportati di Giacobbe.
Hai perdonato l'iniquità del tuo popolo,
hai cancellato tutti i suoi peccati.
Hai deposto tutto il tuo sdegno
e messo fine alla tua grande ira.

Rialzaci, Dio nostra salvezza,
e placa il tuo sdegno verso di noi.
Forse per sempre sarai adirato con noi,
di età in età estenderai il tuo sdegno?

Non tornerai tu forse a darci vita,
perché in te gioisca il tuo popolo?
Mostraci, Signore, la tua misericordia
e donaci la tua salvezza.

Ascolterò che cosa dice Dio, il Signore:
egli annunzia la pace
per il suo popolo, per i suoi fedeli,
per chi ritorna a lui con tutto il cuore.

La sua salvezza è vicina a chi lo teme
e la sua gloria abiterà la nostra terra.
Misericordia e verità s'incontreranno,
giustizia e pace si baceranno.
La verità germoglierà dalla terra
e la giustizia si affaccerà dal cielo.

Quando il Signore elargirà il suo bene,
la nostra terra darà il suo frutto.
Davanti a lui camminerà la giustizia
e sulla via dei suoi passi la salvezza.

 
   
  PREGHIAMO
Signore Gesù, che discendesti dal cielo per annunziare agli uomini la pace di Dio, fa' che la terra dia il suo frutto in un ritorno sincero sulla via della tua salvezza.
 
da: Paolino Beltrame Quattrocchi, I salmi preghiera cristiana,
XII Edizioni Benedettine, S. Agata sui due Golfi Na 2001, pg. 183-184

web site official: www.suoredimariabambina.org