SUSSIDI E PREGHIERE

 

 
ANDATE IN TUTTO IL MONDO E PROCLAMATE IL VANGELO
Salmo 116


Cristo si è fatto servitore dei circoncisi in favore della veracità di Dio ... le nazioni pagane invece glorificano Dio per la sua misericordia.
Rm 15,8.9

Simile ad una miniatura, questo mini-inno, il più breve del Salterio, trasformato in musica d'ineffabile bellezza da Mozart nei suoi Vespri solenni di un confessore (1780), è stato usato dalla tradizione come se fosse una giaculatoria e un Gloria da mettere alla fine di altri canti o salmi. Le sue 17 parole, di cui solo 9 decisive, sono infatti la celebrazione del cuore della fede biblica, l'alleanza che Dio stabilisce con l'uomo attraverso il suo amore e la sua fedeltà, in ebraico hesed e 'emet. In questa lode il poeta associa tutti i popoli, tutti i canti della terra che sono rivolti a Dio, il grande amico.

Così una turba immensa che viene da ogni lingua e colore e nazionem canta la gloria per tutto il creato davanti al trono e davanti all'Agnello.
    Lodate il Signore, popoli tutti,

voi tutte, nazioni, dategli gloria;

perché forte è il suo amore per noi

e la fedeltà del Signore dura in eterno.
 
PREGHIAMO
Padre, poiché da ricchi non si canta, che almeno i poveri cantino, Signore, e facciano festa in nome di tutta la creazione e ti portino in dono le loro umili cose. Amen.
   
  da: D.M. Turoldo - G. Ravasi, Lungo i fiumi. Salmi. traduzione poetica e commento,
Edizioni Paoline, Cinisello Balsamo 1987, pg. 400
web site official: www.suoredimariabambina.org