SUSSIDI E PREGHIERE
   
  TU SEI SANTO, SIGNORE NOSTRO DIO
  Salmo 98

Poi vidi nel cielo un altro segno grande e meraviglioso: sette angeli ... cantavano il cantico di Mosè ... e il cantico dell'Agnello: "Grandi e mirabili sono le tue opere ... giuste e veraci le tue vie, o Re delle genti! Chi non temerà, o Signore, e non glorificherà il tuo nome? Perché tu solo sei santo!" Ap 15,1.3.4

Se il salmo 92 celebra la potenza del Signore che regna e il 96 ne celebra la giustizia, questo salmo, ricordando a sua volta potenza e giustizia, completa la sinfonia col motivo dominante della santità di Dio.
Un ritornello, che dona al salmo un carattere responsoriale, ripete con leggere varianti, pre tre volte - come nel trisagio celeste - il solenne invito a lodare il Signore e ad esaltarlo e a prostrarsi davanti a lui "PERCHE' E' SANTO". Ancora una volta, infine, un richiamo all'obbedienza, nel ricordo di Mosè e di Aronne e di Samuele: "tu li esaudivi, eri per loro un Dio paziente, pur castigando i loro peccati". In questo infatti è la santità di Dio: inconciliabile col peccato, ma misericordiosa e "paziente" con il peccatore che si pente. Santità misericordiosa e paziente nell'amore, che è l'eredità del Cristo alla sua Chiesa.
   
     

Il Signore regna, tremino i popoli;
siede sui cherubini, si scuota la terra.
Grande è il Signore in Sion,
eccelso sopra tutti i popoli.

Lodino il tuo nome grande e terribile,
perché è santo.

Re potente che ami la giustizia,
tu hai stabilito ciò che è retto,
diritto e giustizia tu eserciti in Giacobbe.

Esaltate il Signore nostro Dio,
prostratevi allo sgabello dei suoi piedi,
perché è santo.

Mosè e Aronne tra i suoi sacerdoti,
Samuele tra quanti invocano il suo nome:
invocavano il Signore ed egli rispondeva.

Parlava loro da una colonna di nubi:
obbedivano ai suoi comandi
e alla legge che aveva loro dato.

Signore, Dio nostro, tu li esaudivi,
eri per loro un Dio paziente,
pur castigando i loro peccati.

Esaltate il Signore nostro Dio,
prostratevi davanti al suo monte santo,
perché santo è il Signore, nostro Dio.

 
   
  PREGHIAMO
Tutti ti esaltino, Signore nostro Dio, perché tu solo sei il Santo: tu che fosti per i nostri padri il Dio paziente, conduci tutti i popoli ad adorarti quando ti manifesterai nel tuo regno.
 

da: Paolino Beltrame Quattrocchi, I salmi preghiera cristiana,
XII Edizioni Benedettine, S. Agata sui due Golfi Na 2001, pg. 213-214
web site official: www.suoredimariabambina.org