SUSSIDI E PREGHIERE

 

 
  E' IN TE, SIGNORE, LA SORGENTE DELLA VITA
  Salmo 35


"Io sono l'Alfa e l'Omega, il Principio e la Fine. A colui che ha sete darò gratuitamente acqua della fonte della vita. Chi sarà vittorioso erediterà questi beni; io sarò il suo Dio ed egli sarà mio figlio". Ap 21,6-7

L'empietà non è un episodio: è uno stato, un atteggiamento, il frutto di una scelta che accantona il timor di Dio per lasciar parlare nel cuore la voce del peccato. Di qui lo sforzo di illudersi con se stesso circa le proprie colpe, il rifiuto della mente e delle opere alla luce, alla verità e al bene. Di qui l'ostinazione sulle vie non buone, fino al cadere senza più possibilità di rialzarsi.
Opposto è il quadro della vita nella grazia: l'anima che si apre a Dio rimane sommersa dalla fedeltà del Signore, dalla sua giustizia, che salva. Un torrente di vita irrompe dal cielo, e sazia, e disseta, e riempie di luce.
 
     

Nel cuore dell'empio parla il peccato,
davanti ai suoi occhi non c'è timor di Dio.
Poiché egli si illude con se stesso
nel ricercare la sua colpa e detestarla.

Inique e fallaci sono le sue parole,
rifiuta di capire, di compiere il bene.
Iniquità trama sul suo giaciglio,
si ostina su vie non buone,
via da sé non respinge il male.

Signore, la tua grazia è nel cielo,
la tua fedeltà fino alle nubi;
la tua giustizia è come i monti più alti,
il tuo giudizio come il grande abisso:
uomini e bestie tu salvi, Signore.

Quanto è preziosa la tua grazia, o Dio!
Si rifugiano gli uomini all'ombra delle tue ali,
si saziano dell'abbondanza della tua casa
e li disseti al torrente delle tue delizie.

È in te la sorgente della vita,
alla tua luce vediamo la luce.
Concedi la tua grazia a chi ti conosce,
la tua giustizia ai retti di cuore.

Non mi raggiunga il piede dei superbi,
non mi disperda la mano degli empi.
Ecco, sono caduti i malfattori,
abbattuti, non possono rialzarsi.

 
 
  PREGHIAMO
O Dio sorgente della vita, nel tuo Verbo hai dato al mondo la luce vera che illumina ogni uomo: concedi che quanti lo accolgono con cuore retto possano dissetarsi e saziarsi con l'abbondanza della tua grazia.
 

da: Paolino Beltrame Quattrocchi, I salmi preghiera cristiana,
XII Edizioni Benedettine, S. Agata sui due Golfi Na 2001, pg. 74-75
 
web site official: www.suoredimariabambina.org