SUSSIDI E PREGHIERE

 

 



TUTTI I SENTIERI DEL SIGNORE SONO AMORE E FEDELTA'

Salmo 24


"Padre, ho peccato contro il Cielo e contro di te: non sono più degno di essere chiamato tuo figlio". ... Quando era ancora lontano, il padre lo vide e, commosso, gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò!
Lc 15,18.19.20

E' un salmo utile come preparazione immediata al sacramento della penitenza, o a una celebfrazione penitenziale comunitaria. Più che di un peccato singolo, il salmista si accusa davanti a Dio della sua condizione di peccatore. Non già per scrupolo, ma guidato da un senso totale di contrizione, egli risale ai peccati della giovinezza e termina col chiedere perdono per tutti i peccati.
Pur riconoscendo, con la semplicità degli umili, che non ha mai cessato di sperare in lui (e quindi, in sostanza, di amarlo), egli gli pone dinanzi, senza reticenze e senza veli, tutta la sua miseria e la sua pena, nella loro globalità. I motivi per sperare e per ottenere il perdono egli, non li trova in sé, ma solo in lui: perché sei il Dio della mia salvezza, per il tuo amore, per la tua fedeltà che è da sempre, per la tua bontà, per la tua misericordia, per la tua alleanza.
Poi alla fine, di colpo, tutto questo discorso si fa corale e si inserisce, com'è logico, nella umiliazione, nella speranza, nella preghiera di tutta la Chiesa: "o Dio, libera Israele da tutte le sue angosce!".

   

A te, Signore, elevo l'anima mia,
Dio mio, in te confido: non sia confuso!
Non trionfino su di me i miei nemici!
Chiunque spera in te non resti deluso,
sia confuso chi tradisce per un nulla.

Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
insegnami i tuoi sentieri.
Guidami nella tua verità e istruiscimi,
perché sei tu il Dio della mia salvezza,
in te ho sempre sperato.

Ricordati, Signore, del tuo amore,
della tua fedeltà che è da sempre.
Non ricordare i peccati della mia giovinezza:
ricordati di me nella tua misericordia,
per la tua bontà, Signore.

Buono e retto è il Signore,
la via giusta addita ai peccatori;
guida gli umili secondo giustizia,
insegna ai poveri le sue vie.

Tutti i sentieri del Signore sono verità e grazia
per chi osserva il suo patto e i suoi precetti.
Per il tuo nome, Signore,
perdona il mio peccato anche se grande.

Chi è l'uomo che teme Dio?
Gli indica il cammino da seguire.
Egli vivrà nella ricchezza,
la sua discendenza possederà la terra.

Il Signore si rivela a chi lo teme,
gli fa conoscere la sua alleanza.
Tengo i miei occhi rivolti al Signore,
perché libera dal laccio il mio piede.

Volgiti a me e abbi misericordia,
perché sono solo ed infelice.
Allevia le angosce del mio cuore,
liberami dagli affanni.

Vedi la mia miseria e la mia pena
e perdona tutti i miei peccati.
Guarda i miei nemici: sono molti
e mi detestano con odio violento.

Proteggimi, dammi salvezza;
al tuo riparo io non sia deluso.
Mi proteggano integrità e rettitudine,
perché in te ho sperato.

O Dio, libera Israele
da tutte le sue angosce.


PREGHIAMO
Per la tua bontà, Signore, perdona il mio peccato anche se è grande, non ricordare i peccati della mia giovinezza. Ricordati del tuo amore che è da sempre, e addita ai peccatori la via giusta.


  da: Paolino Beltrame Quattrocchi, I salmi preghiera cristiana,
XII Edizioni Benedettine, S. Agata sui due Golfi Na 2001, pg. 50-52
web site official: www.suoredimariabambina.org