SUSSIDI E PREGHIERE

 

 




PREGHIERA PER LA PACE
 

"Spero in un mondo nuovo, nella pace che verrà
quando il sorriso dei bambini illuminerà la Terra tutta.
Sogno prati fioriti e cieli nuovi e azzurri, credo ancora nella bontà degli uomini"



 

 

Canto iniziale


... La terra: Ascolta la terra e il suo grido ...

Preghiera islamica per la pace

Nel nome di Dio,
il clemente, il misericordioso.
Sia lode al Signore dell'Universo che ci ha creato
e costituito in tribù e nazioni,
affinché potessimo conoscerci,
non disprezzarci a vicenda.
Se il nemico propende per la pace,
anche voi fate altrettanto
e abbiate fiducia in Dio, che ode e conosce ogni cosa.
E i servi di Dio,
Santi sono quelli che camminano sulla Terra con umiltà,
e nel rivolgerci a loro,
diciamo: "Pace"!


Canto

... L'acqua: Sete d'immensità ...

Preghiera indù per la pace


O Dio, guidaci dall'irreale al reale.
O Dio, guidaci dalle tenebre alla luce.
O Dio, guidaci dalla morte all'immortalità.
Shanti, Shanti, Shanti a voi tutti.
O Signore Dio onnipotente,
che la pace regni nelle regioni celesti.
Che la pace regni sulla terra.
Che le acque siano di ristoro.
Che le erbe siano sane e che alberi e piante rechino a tutti la pace.
Che tutti gli esseri caritatevoli rechino a noi la pace.
Che la legge vedica diffonda la pace in tutto il mondo.
Che ogni cosa sia per noi fonte di pace.
Che la tua stessa pace, conceda a tutti la pace
e che venga anche a me.


Canto

... L'aria: soffio di pace ...

Preghiera ebraica (Rabbi Nachman di Brazlav)

Ti sia gradito, Signore Dio nostro e Dio dei nostri padri,
Signore della Pace, Re cui la pace appartiene,
di porre la pace nel mondo e nel tuo popolo Israele.
E la pace si moltiplichi fino a penetrare
in tutti quelli che vengono al mondo.
E non ci siano più né gelosie né rivalità,
né vittorie né motivi di discordia fra gli uomini,
ma ci siano solo amore e pace fra tutti.
E ognuno conosca l'amore del suo prossimo,
in quanto suo prossimo;
cerchi il suo bene, desideri il suo amore
e agogni il suo costante successo,
al fine di potersi incontrare con lui e a lui unirsi,
per parlare insieme e dirsi l'un l'altro
la verità… in questo mondo.
Un mondo che passa come un batter di ciglia, come un'ombra.
Non come l'ombra di una palma o di un muro,
ma come l'ombra di un uccello che vola…


Canto

... Il fuoco: come fuoco vivo ...

Preghiera per la pace di Giovanni Paolo II (17.01.91)

Dio dei nostri Padri, grande e misericordioso,
Signore della Pace e della Vita, Padre di tutti.
Tu hai progetti di pace e non di afflizione,
condanni le guerre e abbatti l'orgoglio dei violenti.
Tu hai inviato il tuo figlio Gesù
ad annunziare la pace ai vicini e ai lontani,
a riunire gli uomini di ogni razza e di ogni stirpe
in una sola famiglia.
Ascolta il grido unanime dei Tuoi figli,
supplica accorata di tutta l'umanità:
mai più la guerra, avventura senza ritorno,
mai più la guerra, spirale di lutti e di violenza,
minaccia per le Tue creature
in cielo, in terra ed in mare.
In comunione con Maria, la Madre di Gesù,
ancora Ti supplichiamo:
parla ai cuori dei responsabili delle sorti dei popoli,
ferma la logica della ritorsione e della vendetta,
suggerisci con il Tuo Spirito soluzioni nuove,
gesti generosi ed onorevoli,
spazi di dialogo e di paziente attesa,
più fecondi delle affrettate scadenze della guerra.
Concedi al nostro tempo giorni di pace.
Mai più la guerra. Amen.


Canto

Recita di dieci Ave Maria

Preghiamo:
"Signore Gesù, su questa nostra terra fu piantata la Tua Croce, strumento di violenza che ti ha reso eterna immagine di ogni dolore e di ogni morte.
Rifiutato come amico e come liberatore, assimilato a ribelli e criminali, spogliato della Tua dignità ... torturato nella carne e nell'anima, hai accettato tutto combattendo la tentazione di arrenderti e sei sceso fino in fondo al baratro della sofferenza e dell'annullamento ...
E' una storia che continua ancor oggi nella litania quotidiana dei rifiuti di riconciliazione, nelle vicende personali e sociali, di attaccamento alla violenza.
Davanti a Te e a tutti i crocifissi del mondo, dopo l'ultimo colpo di lancia, dopo l'ultima azione bellica, dopo l'ultima violenza gratuita sugli innocenti, imploriamo per tutti gli uomini, e specialmente per quelli in armi, la possibilità di volgere lo sguardo verso i trafitti, di aprire gli occhi sul male fatto, sui volti sfigurati, sui lutti e sulle rovine, sui popoli in preda alla disperazione. E Ti chiediamo, Signore Crocifisso, il coraggio del silenzio delle armi e del silenzio dentro di noi per riconoscere il male e chiamarlo per nome, per vedere nella Tua Croce la fine non dell'Amore e della Speranza, ma del peccato e della violenza: per una difficile ma possibile pace che deve pure esserci nel cuore di ogni uomo, per ritrovare il senso della pietà e i motivi per tornare a chiamarci fratelli ...".

 



A cura di: "Giovani per un Mondo Unito", www.qumran2.net

 




web site official: www.suoredimariabambina.org