SUSSIDI E PREGHIERE
  Commemorazione di tutti i fedeli defunti
 

Giovanni 6,37-40



Signore Gesù,
c'è una domanda che oggi ci preme dentro
e che vorremmo confidarti:
Dove sono i nostri morti? Che ne è dei loro affetti,
delle loro passioni intellettuali e morali,
della ricchezza interiore che si esprimeva
nella luce dei loro occhi e del loro volto?
La morte è la prova più ardua della nostra fede.

Signore Gesù, Figlio del Dio vivente,
abbi pietà della nostra povera fede e aiutaci a credere.

Vieni a parlarci della tua e della nostra risurrezione
così da poter vedere nel muro d'ombra della morte
un varco, un passaggio,
una via di fuga verso la luce e la libertà.

Vieni a riannodare i legami con tutti coloro
che hanno condiviso con noi una consuetudine di vita
perché il dialogo riprenda silenziosamente e dolcemente
come una confidenza ancora più tenera e struggente.

Ci siano accanto per accompagnarci lungo il sentiero
che si inoltra nel regno dell'invisibile e dell'eterno
fino a quando - è nostra più grande speranza -
saremo accolti tutti nella dimora della pietà di Dio,
immersi in un sentimento di pace, di comunione,
di stupore, di gioiosa gratitudine.

Fa', o Signore, che la vita di nessuno vada perduta,
ma conosca un grande abbraccio che abbia il tuo nome.
Amen.

 

da: Luigi Pozzoli, Signore Gesù volto divino dell'uomo
Parroccchia di S. Maria al Paradiso e S. Calimero Milano, settembre 2004
web site official: www.suoredimariabambina.org