SOLIDARIETA' ADOZIONI A DISTANZA
       
 
"Lontani dagli occhi, vicini al cuore" potrebbe essere questa una buona definizione per quella forma di solidarietà umana/carità cristiana che è comunemente conosciuta con il nome di "adozione a distanza".

Anche le Suore di Maria Bambina l'hanno assunta come proposta di sostegno alle sorelle in terra di missione, nel loro servizio di carità in favore dei tanti bambini in situazione di indigenza o di abbandono, nei paesi in cui sono presenti:
in Asia (
Bangladesh, India, Myanmar, Nepal, Thailandia);
in America Latina (
Brasile, Perù, Uruguay); in Africa (Zambia e Zimbabwe), nell'Europa dell'Est (Romania).
Attualmente sono le richieste provenienti dal Myanmar a superare ampiamente quelle di tutti gli altri paesi messi insieme.


L'
adozione a distanza prevede l'impegno a versare, per un periodo di almeno quattro/cinque anni, la quota annuale attualmente definita in 240 Euro, con la quale è garantito al bambino tutto quanto necessario alla sua crescita: la scuola (retta scolastica, materiale didattico, uniforme), la salute (medicine e cure mediche), una sufficiente alimentazione, il vestiario, il gioco.

Oltre a garantirgli che
c'è qualcuno che, pur lontano, lo tiene vicino al cuore.
Qualora sopravvenisse l'impossibilità a continuare l'impegno assunto, si chiede soltanto che ne sia data tempestiva comunicazione.
Al contrario, l'adozione può considerarsi senza scadenza e durare fino a quando il bambino non è cresciuto e diventato adulto, in situazione di sufficiente autonomia.

Il sostegno passa attraverso la famiglia del bambino o, più comunemente, attraverso la struttura d'accoglienza dove le suore l'hanno preso in cura per l'assenza dei genitori, o per la loro latitanza, o per l'oggettiva impossibilità a provvedere alla loro crescita e, soprattutto, alla loro istruzione.
Le suore si fanno garanti circa l'utilizzo di quanto offerto, secondo lo scopo che vi è attribuito.

Anche questo nostro ufficio non si riserva alcuna trattenuta in conto spese. La quota stabilita (che la famiglia adottiva può variare al rialzo secondo le proprie possibilità) può essere versata anche in più rate attraverso c/c postale o bancario, o direttamente in contanti o assegno.
In quanto possibile, è certamente più comodo per ambedue le parti un versamento in soluzione unica.


La famiglia adottiva conosce il "suo" bambino attraverso una sua foto e la sua storia famigliare, raccolti in una "scheda" che viene inviata al momento di attivare l'adozione. Ne potrà poi seguire la crescita attraverso le informazioni periodicamente fornite dalle suore che ne sono le referenti locali.
Da parte sua la famiglia adottiva sarà impegnata a ricordare il tempo del rinnovo della quota dovuta come si ricorda il compleanno di un figlio, senza bisogno di sollecito da parte del nostro ufficio, peraltro impossibile per noi ad essere assunto quale impegno.

Alla famiglia adottiva si chiede, inoltre, una dovuta comprensione circa una possibile discontinuità nel flusso delle informazioni e nell'aggiornamento della foto, considerando l'impegno (e il costo!) che questo comporta per le suore referenti, chiamate ad occuparsi di un numero di bambini dati in adozione, che è a volte nell'ordine delle centinaia.

Si parla di bambini, intendendo un'età riferita ai più piccoli, anche a pochi mesi dalla nascita, ma che può arrivare fino all'adolescenza, anche ai 14/15 anni, quando il valore in gioco è la possibilità di proseguire negli studi fino ai livelli più alti, con un'attenzione particolare per le bambine in quei paesi (e sono quasi tutti) dove la donna è discriminata e tenuta in posizione subalterna.




Viene presa in considerazione anche l'
adozione di gruppo: gruppi famigliari, di amici, di compagni di lavoro, associazioni sportive o ricreative, oratori , classi di scuola. Il nostro programma può essere sostenuto anche da offerte libere che vengono genericamente destinate a un fondo a sostegno dei bambini assistiti presso le nostre missioni, senza riferimento a un particolare bambino.

Ringraziamo dell'attenzione e contiamo sulla generosa risposta di molti.

 

 
 

DATI PER I VERSAMENTI

Conto corrente postale

n° 58025206
Missioni Suore di Maria Bambina - via Santa Sofia, 13 – 20122 Milano


Conto Corrente Bancario
Banca Popolare di Sondrio
Agenzia n. 22 Milano– via Santa Sofia, 12 - 20122 Milano
IBAN IT80 J056 9601 6210 0000 7010X81


Suore di Carità SS. Capitanio e Gerosa – conto Missioni
via Santa Sofia, 13 – 20122 Milano





web site official: www.suoredimariabambina.org