BIBIONE (VE) - PROVINCIA D'ITALIA



UNA PORTA SANTA SULLA SPIAGGIA


«Noi guardiamo il cielo, tante stelle, ma quando viene il sole al mattino, con tanta luce, le stelle non si vedono... così è la misericordia di Dio: una grande luce di amore, di tenerezza... Dio perdona non con un decreto, ma con una carezza... carezzando le nostre ferite di peccato perché lui è coinvolto nel perdono, è coinvolto nella nostra salvezza». Con questo stile, ha concluso papa Francesco, «Gesù fa il confessore». Non umilia... «non dice: Che cosa hai fatto, quando l’hai fatto, come l’hai fatto e con chi l’hai fatto!»... dice invece «di andare e di non peccare più: è grande la misericordia di Dio, è grande la misericordia di Gesù: perdonarci, accarezzandoci».
Queste parole di papa Francesco traducono in profondità l’esperienza spirituale che una persona, se vuole, può vivere in una città turistica come Bibione: qui si respira l’aria salutare del litorale, ma anche quella spirituale della misericordia. C’è un contesto consolidato di preghiera, di adorazione, di confessione che bene si intreccia con l’anno della misericordia. Chi trascorre un periodo di tempo a Bibione, e noi abbiamo la fortuna di avere una comunità che ci accoglie per la vacanza, può varcare la Porta Santa, può rigenerarsi spiritualmente.

La chiesa di Bibione, particolarmente accogliente, si trova al centro di un parco a poche centinaia di metri dalla spiaggia. Qui il 27 maggio è stata aperta la Porta Santa che verrà chiusa il 7 ottobre 2016. La vetrata di questa Porta riproduce l’opera di Rembrandt «L’abbraccio del Padre»: Dio consola, perdona, dona speranza. Ogni giovedì sera, nel cuore della Notte bianca (dalle 20.00 alle 8.00 del mattino), si può vivere il pellegrinaggio della misericordia scandito in alcune tappe: la prima presso il monumento dedicato all’Avis-Aido nel parco: «Non c’è amore più grande che dare la vita per gli altri» (Gv 15,12); la seconda presso la statua della Madonna, sempre nel parco: «Fate quello che egli vi dirà» (ib 2,5); la terza alla Porta Santa: «lo sono la porta; chi entra attraverso me sarà salvo» (ib 10,9).

 

 


Molte suore hanno partecipato, insieme a tanti pellegrini, a questa esperienza di preghiera
e di misericordia, condividendo il frutto benefico dell’ascolto della Parola e della lectio divina sul
Vangelo della domenica.

Quello che colpisce è la cura con la quale il parroco, don Andrea Vena, anima e accompagna i pellegrini (e sono davvero molti) che scelgono di vivere una serata diversa lontani dal frastuono e dalla frenesia che caratterizzano una città balneare.

Un altro motivo di condivisione e di gioia si aggiunge a questa esperienza: l’annuncio, nella solennità di santa Maria Assunta, da parte del vescovo di Concordia-Pordenone, mons. Giuseppe Pellegrini, della
Perdonanza di Bibione dall’1 al 16 agosto di ogni anno con l’apertura della Porta Santa.
È il segno che la Chiesa non si stanca di aprire le braccia della misericordia per accogliere ogni uomo e renderlo forte della forza del perdono e dell’amore.

 

 

 

 

 

Tragedia sull'Himalaya
Incerta la sopravvivenza

... LA RICOSTRUZIONE CONTINUA ...

 

ERO CARCERATO E SIETE VENUTI A TROVARMI
Kharagpur - Provincia Calcutta

Nell’impegno comune di mettere in atto le opere di misericordia, con la

 

UNA MANNA
PER CHI HA FAME
Ghaziabad - New Delhi

queste parole di Gesù si avverano nella vita degli alunni di lingua hindi

 

DIAKONIA
Sellere - Italia

A«Cascina Mariet» è continuato, anche quest’anno, il percorso del

 

UN EVENTO INASPETTATO
Mae Hong Son - Thailandia

Da tempo desideravamo visitare il popolo birmano che, a causa dei

 

UNA PORTA SULLA SPIAGGIA
Bibione - Italia

Noi guardiamo il cielo, tante stelle, ma quando viene il sole al mattino, con

 

 

 

 

sito web ufficiale: www.suoredimariabambina.org