ITALIA - MONZA


UN’OASI DI MISERICORDIA



La ripresa dell’attività didattica, dopo la parentesi natalizia, è senza dubbio faticosa, soprattutto per gli studenti, sia piccoli sia grandi. Niente paura! Al «Bianconi », per chi lo desidera, c’è un’oasi molto bella, preparata con cura da suor Rosaria, presso la quale si può sostare, prendere fiato e ripartire; vi si legge: «Dove nasce Gesù, fiorisce la Misericordia». Per essere compresa nel suo significato profondo, però, ha bisogno di essere spiegata nella sua simbologia.

Il primo elemento, collocato in posizione elevata, è l’architrave della misericordia che ha come colonna portante la Scrittura: la vera misericordia viene solo da Dio. Essa appare come un fascio di luce che, come l’acqua di una fresca sorgente, penetra nel deserto del mondo e lo fa fiorire. I fiori sono le opere di misericordia: quelle corporali sono rappresentate in bianco e nero perché, per raggiungere la piena comunione con Dio, c’è un’oscurità da illuminare e una fatica da attraversare.

Quelle spirituali sono a colori perché, chi vive la misericordia (l’opera va perduta nel tempo, mentre lo spirito dell’opera è vita) rimane per sempre: la carità non avrà mai fine. Ma solo se lo Spirito abita, opera e dialoga in noi, senza trovare resistenze, possiamo compiere le opere di misericordia e avere un cuore misericordioso. L’acqua sorgiva della misericordia di Dio viene poi raccolta in un pozzo, al centro del deserto, il quale conserva la sovrabbondanza della misericordia divina che si fa parola concreta per ciascuno, una Parola che può diventare guida nel cammino: tutti vi possono attingere e trovare la propria ‘opera di misericordia’ da vivere nel quotidiano.

 

 

Dio resta in mezzo a noi e ci aspetta come il grande e vero dispensatore di ogni misericordia: la misericordia della verità contro le insidie che ci distolgono dal vero; la misericordia della certezza contro la cultura del dubbio; la misericordia di indicarci dove sta il bene e dove sta il male contro le molte confusioni in cui siamo immersi; la misericordia della gioia che vince ogni tristezza; la misericordia del perdono di tutti i nostri sbagli, piccoli o grandi; la misericordia di aver pazienza con noi stessi, nonostante le nostre inconcludenze...

In mezzo al vociare dei bambini, alla frenesia che scandisce la vita scolastica, c’è un’oasi presso cui andare e dove trovare conforto. E, per chi lo desidera, c’è un cartoncino con il testo delle opere di misericordia corporale e spirituale. È un segno di speranza che si apre verso il cielo, come ha detto papa Francesco.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

sito web ufficiale: www.suoredimariabambina.org