EGITTO - PROVINCIA DI SECUNDERABAD - SUEZ - KOM OMBO


LA GIOIA DI PROGREDIRE


Suor Vijaya Thumma Reddy della comunità di Suez e suor Ansamma Joseph della comunità di Kom Ombo hanno avuto l’opportunità, dal 25 al 28 luglio, di partecipare al campo giovani, organizzato dai padri Francescani d’Egitto per i giovani da sedici a vent’anni, al Cairo.

Il tema era «Conoscere Dio, se stessi e gli altri alla luce di Francesco d’Assisi»; complessivamente i partecipanti erano 215 di cui 200 giovani provenienti da diverse diocesi, 9 suore appartenenti a varie congregazioni, 3 diaconi e 3 sacerdoti; erano divisi in piccoli gruppi chiamati con il nome di un santo e coordinati da un diacono francescano e da due suore.

Le relazioni sono state tenute dai padri Francescani; ogni giorno prevedeva una solenne Celebrazione eucaristica in rito copto o latino, l’adorazione eucaristica, la recita del rosario e la liturgia penitenziale.
Le discussioni in gruppo, la condivisione dell’esperienza di fede, le verifiche sono state molto interessanti e arricchenti, ma soprattutto si sono svolte nella più grande semplicità e libertà.
Ci è stata pure offerta l’occasione di visitare il lebbrosario. Noi siamo state particolarmente contente perché ci hanno invitate a parlare della nostra Congregazione, delle Sante e del nostro servizio apostolico; la maggior parte dei giovani, infatti, ci incontrava per la prima volta. Padre Kamal Labib, superiore provinciale dei padri Francescani e padre Farid Kamal, responsabile del campo giovani, ci hanno ringraziate per la partecipazione attiva e hanno espresso apprezzamento per la nostra presenza a Kom Ombo, a Port Said e a Suez.

Memori di quanto scrisse Bartolomea: «Queste [le giovani] scrivile nel tuo cuore» (Scr III, 227), siamo state contente di quest’esperienza tra i giovani che si è conclusa con la verifica e un gradito trattenimento appropriato. Tutti sono partiti con una grande gioia in cuore. Ringraziamo le nostre superiore e le sorelle che ci hanno sostenute con il loro interessamento e la preghiera.


 

 

ISRAELE - PROVINCIA DI SECUNDERABAD - NAZARETH


NAZARETH: RICHIAMO ALLA SANTITÀ

Icristiani di Terra Santa si sono preparati con grande premura alla canonizzazione di due suore arabe: suor Marie Alphonsine Ghattas, co-fondatrice della Congregazione delle Suore del Santo Rosario, e suor Mariam Baouardy, carmelitana. Anche se è un momento molto delicato per i cristiani, la chiesa del monastero «Mamilla» delle Suore del Rosario a Gerusalemme si è riempita di fedeli che sostavano davanti alla tomba di suor Marie Alphonsine Ghattas.
L’evento ha aperto un periodo di speciali preghiere e di sante Messe che si sono protratte lungo l’estate nella Cisgiordania, Giordania, Libano e Israele. Libri, films e inni sacri sono stati diffusi per la canonizzazione, considerata un evento storico.
Mariam Baouardy e Marie Alphonsine Ghattas, vissute nel XIX secolo quando gli Ottomani governavano la Palestina, sono le prime sante cattoliche di lingua araba. Hanno operato in condizioni difficili, incrementando le loro comunità, promovendo l’istruzione femminile, aiutando i bisognosi.

È stato un privilegio per la nostra comunità, rappresentata da suor Agnese Piva, essere presente a Roma il 17 maggio per la canonizzazione insieme ad altri membri della comunità di Terra Santa. Tutte abbiamo avuto la possibilità di seguire la celebrazione in diretta televisiva. «È un evento molto importante per i palestinesi, siano essi musulmani o cristiani», ha detto il Presidente dello Stato di Palestina, che ha partecipato al rito. Israele ha aderito attraverso il proprio ambasciatore presso il Vaticano e un funzionario del governo responsabile per la minoranza cristiana del Paese.

All’evento sono seguite tante altre celebrazioni in onore delle nuove Sante e si sono organizzati incontri serali di preghiera, di musica e di lettura dei loro scritti e delle testimonianze della loro vita. È stata celebrata una Messa solenne anche nella Basilica dell’Annunciazione a cui parecchie di noi hanno partecipato. Tutto è stato per ognuna un richiamo alla santità attraverso gli eventi ordinari vissuti con un amore straordinario.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

sito web ufficiale: www.suoredimariabambina.org