ITALIA - DELEGAZIONE GEN. LOMBARDIA - MONZA


IL LAVORO COME SFIDA

Siate affamati! Siate folli, esortava Steve Jobs nel suo celebre discorso all’università. Sembrava di sentire le stesse parole in un freddo sabato di gennaio 2015 nella sala bella del «collegio Bianconi» di Monza. Qui, infatti, dalla commissione orientamento del Liceo è stato organizzato un utilissimo incontro per gli alunni delle classi quarte con quattro nostri ex studenti entrati nel mondo del lavoro. I quattro relatori, due ragazzi e due ragazze di età tra i 23 e i 26 anni, hanno portato la loro esperienza lavorativa. La cornice dell’incontro è molto informale e familiare.

I ragazzi lavorano chi in un’azienda cartotecnica nel campo dell’automazione e dei macchinari, chi nel settore marketing di una multinazionale, chi presso un ufficio legale di un’azienda farmaceutica e chi come responsabile per la cura dell’immagine di una catena di alberghi e ristoranti. Hanno raccontato la loro esperienza in due ore seguitissime e stimolando gli studenti per le loro scelte future.

Uno ha descritto il contesto internazionale in cui lavora, che lo porta a viaggiare continuamente tra la Germania e il Brasile, dall’India allo Yemen, passando per la Russia e la Polonia. Nelle parole di tutti e quattro ricorreva spesso il concetto di avere fame, passione per quello che si fa, di essere ambiziosi e intraprendenti, di essere disponibili al sacrificio, al lavoro sul campo, ad accettare anche, all’inizio della carriera, lavori ‘umili’ come il commesso, il magazziniere, la cassiera o la gelataia, forti di un’esperienza provata in prima persona che li ha decisamente arricchiti.

Tutto questo non si ottiene però solo lavorando ma, a detta dei quattro relatori, è frutto di un metodo di lavoro che il «Bianconi» ha saputo dare loro. È dal metodo di studio, dal rigoroso lavoro tra i banchi e sui libri che si impara il sacrificio, il rigore in qualsiasi attività, la sana grinta che porta ad emergere e la voglia che spinge verso l’eccellenza.

«Studiate bene! Terminate i vostri studi nella maniera migliore! - hanno ripetuto gli ex -; solo così potrete essere forti in un mondo del lavoro sempre più competitivo e selettivo. E soprattutto sarete felici di realizzare le vostre aspirazioni più profonde e di contribuire a migliorare l’ambiente che ci circonda con la propria preparazione, creatività e operosità».

http://www.collegio-bianconi.it/Common/Pagina.asp?ID=2126

 

 

ALIMENTA-RAP

Gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria del «collegio Bianconi » di Monza sono protagonisti di una singolare iniziativa:
ALIMENTA-RAP, un’attività che ha a che fare con il cibo e la musica. Gli insegnanti affermano che «Avere a cuore i giovani» sono le parole che hanno sempre guidato lo sguardo con cui condividere il cammino educativo degli alunni piccoli e grandi del «Bianconi».
È quindi diventato per noi ‘metodo’ partire dall’osservazione della realtà scolastica, cogliendo i bisogni di crescita dei bambini e cercando di aiutarli nella ricerca e nella scoperta delle potenzialità personali.

L’evento di
EXPO 2015 è un’opportunità che vogliamo cogliere per rendere più concreto il messaggio di santa Bartolomea. Partendo dal tema: «Nutrire il pianeta, energia per la vita», gli insegnanti hanno scelto di inserirsi nel percorso con la consapevolezza che l’uomo cerca perennemente di saziare la sua fame di infinito. Per questo hanno pensato di guidare i bambini alla conoscenza dei cibi che hanno caratterizzato la vita di Gesù e che hanno assunto un forte valore simbolico per i cristiani: acqua, pane, sale, vino e pesce.

Queste le tematiche su cui stanno lavorando:

-     la consapevolezza che l’uomo non vive di solo pane;

-     la capacità di stupirsi di fronte alle bellezze del creato;

-     ‘avere a cuore’ il pianeta come ricchezza che ci è stata donata;

-     la partecipazione nell’uso più consapevole delle risorse;

-     la conoscenza dei principali passaggi di produzione degli alimenti scelti;

-     la collaborazione necessaria alla realizzazione di un prodotto finale;

-     la valorizzazione della diversità;

-     l’importanza di mettersi in relazione con gli altri per il bene comune.

I ragazzi, durante l’ora di informatica, con l’aiuto delle loro insegnanti, hanno scritto il testo del RAP, cercando di illustrare in modo completo le principali valenze dei nutrienti essenziali per la vita.
Hanno poi imparato il ritmo e si sono impegnati a diventare coro armonizzando le proprie voci.
Infine, riuniti nel salone-teatro della scuola, hanno registrato il canto vivendo un’esperienza indimenticabile. Ora il CD è a disposizione di tutti.

http://www.collegio-bianconi.it/Common/Pagina.asp?ID=2121
 

 

 

 

 

sito web ufficiale: www.suoredimariabambina.org