DAL MONDO
 

 

 

Kholapur - Nepal

Segni di speranza


Kholapur è una cittadina del distretto di Banke, nel centro del Nepal occidentale, a 590 km dalla capitale Kathmandu. Si trova in una zona che si sta sviluppando rapidamente con una popolazione di 11.090 abitanti, punto di incrocio di strade che attraversano il Paese.


 

Proprio per il fatto che si sta sviluppando in fretta si prevede un'immigrazione di cattolici da altre regioni del Nepal e anche dall'India, perché la frontiera è a 16 km da Kholapur.
Di fatto i migranti rurali, conosciuti come abusivi, hanno abbandonato le loro case sulle colline e si sono stabiliti attorno a Kholapur, in case con tetto di paglia o sotto tende di plastica, nella speranza di migliorare la loro sorte e di dare un futuro sicuro ai loro bambini.

Hanno incominciato a occupare il territorio gratuito del governo e, di conseguenza, gli slums si sono moltiplicati come i funghi.
Anche la comunità indigena dei Tharu è dominante in questo luogo.

Nella parte occidentale, fino a questo momento, la comunità cattolica non ha potuto espandersi. Solo nel 2000 è stato istituito un centro missionario a Surket.

Data la situazione, la diocesi ha pensato di erigere un centro missionario nella zona centrale del Nepal occidentale, a Kholapur.
Per undici mesi padre Jomon, un giovane prete, ha dimorato presso la struttura della Caritas del Nepal per studiare la situazione locale.
Dopo aver analizzato l'ambiente e rilevato i bisogni, si è rivolto alla superiora provinciale, suor Ines Anthraper, chiedendole alcune suore per un servizio alla popolazione degli slums.
La nostra comunità più vicina è Tansen, che dista sette ore di viaggio.

Dopo lungo discernimento e tanta preghiera, il centro è stato aperto il 20 aprile 2013 alla presenza di suor Ines e di tredici suore dei centri missionari del Nepal.
È denominato «Asha Dhara » che significa «Sorgente di speranza».
Il celebrante, p. Michael, nell'omelia ha sottolineato che la nostra presenza deve essere segno di speranza in questa zona dove non esistono cristiani.

Siamo riconoscenti a tutti coloro che ci hanno aiutate, in modo particolare a suor Ines per l'iniziativa intrapresa con lo scopo di estendere il carisma dell'Istituto in questo luogo e a suor Bernard Kurian T. per il sostegno alle due suore: suor Alice Monteiro e suor Juliana D'Souza, le pioniere, che svolgeranno il loro servizio per i più bisognosi.

 





 

 


 





web site official: www.suoredimariabambina.org