DAL MONDO
 

 

 

Ghaziabad - India

Angeli con un'ala


Per rendere la festa dei lavoratori significativa e per motivare i giovani a essere agenti di cambiamento sociale, la «Holy Child School» ha organizzato una giornata di orientamento per gli oltre duemila studenti che la frequentano, divisi in due gruppi.

In apertura, suor Edith Elenjikel ha rilevato l'importanza del grande aiuto che gli operatori domestici rendono alla nostra vita, la dignità di ogni tipo di servizio e il dovere di trattare tutti come figli di Dio.



  Gli studenti sono stati invitati a considerare uomini e donne che hanno lasciato le loro orme sulle sabbie del tempo, creando un ambiente in cui le persone possano vivere meglio.

Dopo il discorso di introduzione, ha proiettato un documentario con storie di minori che migrano verso le città per fare lavori domestici, storie appesantite da vicende mai raccontate, da dolori mai condivisi. Tra queste, la storia di una bambina di dodici anni, Jiya, che era stata mandata a Delhi per guadagnarsi da vivere e per aiutare la sua famiglia. Jiya è stata privata delle gioie dell'infanzia, costretta a lavorare oltre le sue forze, maltrattata, con scarso cibo, umiliata oltre ogni immaginazione.

Sappiamo che storie analoghe sono vissute oggi in molte famiglie, dove i lavoratori sono trattati con crudeltà.
Suor Edith ha sottolineato ancora con forza che ogni lavoro è importante, che ogni persona, anche se svolge servizi umili, deve essere trattata con onore e dignità.
Ha inoltre affermato che dobbiamo essere solidali nello sradicare la maledizione del lavoro minorile e nell'impegno a creare una società e un ambiente migliori.

Siamo angeli con un'ala: possiamo volare solo abbracciando gli altri.



 




 





web site official: www.suoredimariabambina.org