DAL MONDO
   
 
SAN PAOLO - BRASILE

Il fascino di una missione



L'anno 1947 ha aperto al nostro Istituto nuovi orizzonti e nuovi campi di missione. Sette sorelle sono arrivate in terra brasiliana dando continuità ed espansione geografica al carisma di Bartolomea Capitanio.

Era il dopoguerra, che mostrava in ogni parte del mondo segni di dolore e di distruzione.
In questo contesto di grandi sfide, le sette missionarie hanno lasciato la terra delle origini per fondare la prima comunità nell'immenso Brasile. Erano suor Domenica Carissoni, suor Petronilla Sana, suor Francesca Spada, suor Afra Faccoli, suor Santina Rioli, suor Rosa Coram, suor Antonia Sironi.

Sono sbarcate nel porto di Santos, nello stato di São Paulo, il 25 luglio 1947, in un pomeriggio di pioggia. Da lì si sono dirette a Rio Claro, dove hanno fondato la prima comunità. Con il loro entusiasmo e la dedizione missionaria contagiavano il popolo e attraevano seguaci.


 

L'aumento numerico del gruppo ha permesso dopo alcuni anni l'apertura di nuove comunità. Nel 1952 sono state chiamate a Macapá per la Scuola domestica e, in seguito, per il «Collegio Santa Bartolomea Capitanio» e per l'ospedale generale.
Nel 1958 è stata costruita la casa di noviziato a São Paulo, nel quartiere della Mooca. Annessa al noviziato è stata aperta una scuola, denominata «Esternato Madonna Bambina» e in un'altra ala dell'edificio, nel marzo 1962, si è stabilita la sede della provincia del Brasile.
Fino a questa data, le suore dipendevano dal governo della provincia dell'Argentina. Con la nomina della prima superiora provinciale, suor Carmelina Nembrini, la provincia ha cominciato ad avere vita propria e, nel susseguirsi degli anni, ha segnato una notevole fioritura di nuovi membri. Secondo la documentazione, è arrivata a contarne centocinque.
Attualmente, sebbene il numero di sorelle sia diminuito (59), la presenza missionaria è più ampia. Siamo presenti in otto diocesi e in sei Stati della Federazione. La provincia è composta di nove comunità e due distaccamenti, che lavorano nel settore dell'istruzione e della sanità, in attività socio-pastorali e nella formazione di agenti di pastorale. La maggioranza delle comunità si inserisce negli ambienti popolari, dove svolgono servizi di promozione umana, di evangelizzazione e di attività pastorali in comunione con le Chiese locali. Per incrementare l'attività apostolica in modo corresponsabile e partecipativo, operano due équipes, incaricate dell'animazione vocazionale e della condivisione del carisma con i laici.

I sogni non invecchiano, i ricordi non si cancellano così come l'amore non ha fine. Infatti in questi cinquant'anni si è scritta una storia meravigliosa, non tanto con le parole, quanto con la vita delle persone. Le nostre ammirabili missionarie hanno dato la vita per il Regno, come ha fatto Gesù Cristo, l'amabilissimo Redentore. Grazie a loro il carisma è germogliato, è fiorito e continua anche in Brasile.

Il 3 marzo 2012, abbiamo festeggiato con emozione il giubileo della provincia, che ha avuto il suo momento forte nella grande cappella dell'«Esternato Madonna Bambina» con una Celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo della nostra regione, mons. Edmar Peron. Questo evento è coinciso con l'inizio della visita canonica della superiora generale, suor Annamaria Viganò, che ha reso la nostra gioia più completa. Erano presenti anche le sorelle delle comunità del Nord-Est, Sud e Sud-Est del Brasile, venute per l'incontro di animazione con la madre.

Nell'Eucaristia, fonte di tutto ciò che si vive e si vuole celebrare, sono stati presentati alcuni simboli della vita e del cammino di cinquant'anni: una barca con vari remi a significare le diverse realtà della provincia, la danza di due giovani sorelle, espressione della gioia dinamica della missione, animata e sostenuta dal carisma della carità.

Riconoscenti a Dio e all'Istituto, ci sentiamo «debitrici di vita» soprattutto a Colui che ci mantiene e ci sostiene nella sua fedeltà. Ringraziamo madre Annamaria, il suo consiglio e tutte le suore che continuano la loro donazione nella provincia.

Siamo grate alle straordinarie sorelle che ci hanno precedute, lasciandoci un'eredità di servizio prestato nella serenità e nell'umiltà. Affidiamo a Dio la cura del suo progetto e invochiamo la sua benedizione su noi e sul futuro che a lui appartiene.


suor Etel Maria Pereira da Costa

 




web site official: www.suoredimariabambina.org