DAL MONDO
   
 

LEH - NEPAL

Ai piedi dell'Himalaya



Poiché le suore Carmelitane stavano per lasciare Leh, dopo dodici anni di generoso servizio nella «St Peter's High School», gestita dalla diocesi di Jammu-Srinagar, il vescovo mons. Peter Celestine dei frati Minori ha rivolto a noi l'invito a sostituirle in quell'opera. La superiora provinciale di New Delhi, suor Ines Anthraper, si è recata a Leh con le consigliere e l'economa provinciale il 21 settembre 2011 per conoscere di persona il luogo.
Dopo un serio discernimento, si è deciso di assumere quella missione, che comprende il servizio alla gioventù e il ministero pastorale in collaborazione con i sacerdoti diocesani.

In preparazione a questo compito, suor Bernard Kurian T. e suor Jaya Antony il 30 ottobre sono andate a Leh, dove si sono fermate tre giorni con le suore Carmelitane per prendere visione dello svolgimento del lavoro. Il 26 febbraio 2012 noi - suor Bernard Kurian T., suor Mary Shiny Thottekatt, suor Jaya Antony e suor Violet Ekka - abbiamo iniziato il nostro viaggio a Leh, ripensando alle prime quattro missionarie italiane che hanno messo piede in India.
Proprio questo ricordo ci ha dato forza ed entusiasmo per andare in una terra sconosciuta a rendere visibile l'amore misericordioso del Redentore.


  Siamo arrivate in aereo alle 7.45. Padre Britto, preside della scuola, ci aspettava all'aeroporto per darci il benvenuto. Con padre Soosai, l'amministratore della scuola, ha poi celebrato la Messa nella cappella di «St Peter's Convent».
Il giorno stesso i padri ci hanno accompagnate a fare acquisti di abiti e di indumenti di lana necessari per ripararci dal freddo; ci hanno pure consigliato di riposarci per due giorni per poterci abituare al clima, poiché l'altitudine del luogo va dai 3.600 ai 4.000 metri.

Leh-Ladakh, paradiso nella catena dell'Himalaya, ha come confine il Karacorum a nord e il Grande Himalaya a sud. Il Ladakh è un deserto montagnoso con altezze che variano dai 3.000 agli 8.000 metri, al confine occidentale dell'altipiano del Tibet.
Leh e Kargil sono i due distretti dello Stato del Ladakh. Leh si trova in una bellissima valle circondata da montagne coperte di neve.

La «St Peter's School» ha una storia tutta sua. La missione è cominciata verso la fine del 1800 con padre Daniel Kilty, giovane sacerdote di Mill Hill, che ha iniziato qui il suo ministero, ma dopo un breve periodo di servizio è morto. Più tardi, nel 1978, sono arrivati i missionari Cappuccini dell'India e la missione si è ingrandita gradualmente. Nel 2000 ha avuto inizio la «St Peter's High School», in collaborazione con le suore Carmelitane.

In questa missione, bella ma impegnativa, abbiamo avviato il nostro servizio di insegnanti, il 29 febbraio, con suor Bernard in qualità di vice-preside. La scuola conta circa seicento tra ragazzi e ragazze, che frequentano fino alla decima classe, cioè fino a quindici anni circa. È una scuola iscritta nel registro della Commissione per l'educazione del Jammu-Kashmir ed è in attesa di essere affiliata alla Commissione centrale della scuola superiore.

Abbiamo ricevuto una calorosa accoglienza da parte del personale e lo stesso giorno si è tenuta una seduta del Comitato di amministrazione che ci ha presentate al gruppo. Tutti ci hanno assicurato pieno sostegno e collaborazione. .
 


 

La superiora provinciale suor Ines e suor Mercy Madukakuzhy, sua segretaria, sono arrivate il 3 marzo, per presenziare all'insediamento delle suore nella scuola e al breve trattenimento organizzato dalle insegnanti e dagli studenti. Lo stesso giorno è venuto anche il vescovo, mons. Peter Celestine, per dare il benvenuto alle suore appena arrivate. Nel pomeriggio è stata inaugurata la comunità «St Peter's Convent» con il mandato di superiora a suor Bernard e durante la Celebrazione eucaristica la superiora provinciale ha letto il decreto di erezione della comunità.

La mattina successiva abbiamo avuto il dono di partecipare alla Messa, insieme con alcuni membri della polizia di frontiera, nella «St Peter's Church», nella quale si trova il tabernacolo più alto del mondo. Due giorni dopo, il 5 marzo, al risveglio ci attendeva una grande sorpresa: nevicava, tutto era coperto di bianco offrendo un panorama mozzafiato! Quando ha smesso, ci siamo tanto divertite sulla neve.

La nostra missione è molto impegnativa, anche se appagante, perciò chiediamo preghiere perché la nostra presenza di suore di carità, figlie del Redentore, sia efficace.


suor Bernard Kurian T. e comunità





web site official: www.suoredimariabambina.org