DAL MONDO
   
 

MILANO - ITALIA

Doveroso fermarsi


 

«Colpire da vigliacchi una scuola è colpire l'Italia intera perché lì si forma il suo futuro»: così il ministro Profumo in un comunicato stampa agli studenti e alle studentesse dopo l'attentato di Brindisi costato la vita alla sedicenne Melissa.
Li intercetta nei loro sentimenti: dolore per una morte assurda e sgomento per essere stati aggrediti lì dove non doveva succedere, davanti a un edificio pubblico nel quale ci si reca, sicuri di essere protetti, per imparare a diventare cittadini.

«Perché questo lunedì dobbiamo scendere in cappella con tutte le classi? Non potevamo rimanere in aula per riflettere e pregare?». Mattia, uno studente di V liceo scientifico «Istituto Maria Immacolata», interpella la sua insegnante di matematica mentre scendono le scale.

«Di fronte a fatti come questi è doveroso fermarsi!» - risponde la preside. Quando ci sono di mezzo la vita e la morte, la dignità delle persone, la lotta tra il bene e il male non possiamo essere indifferenti.
Ciò che è successo ci riguarda, ciascuno può e deve dire: Mi riguarda, per la comune umanità che ci lega.


 

Vogliamo stringerci nella solidarietà alle vittime della violenza cieca e dare oggi il nostro saluto a Melissa. Lo facciamo non da soli, ma quale parte della comunità civile italiana per affermare la nostra condanna di gesti che distruggono e opporre gesti che costruiscono.

Come scuola viviamo un momento di silenzio che
-   «zittisca le nostre chiacchiere e ci tocchi dentro
-   interroghi la nostra coscienza circa il futuro che desideriamo costruire
-   ci restituisca il coraggio di vedere fin dove può arrivare l'umana capacità di     male
-   ci provochi a non cedere alla rabbia e a non arrenderci
-   ci solleciti al dovere di vivere e di continuare la nostra storia».

(cf Marina Corradi, Avvenire, 20 maggio 2012)

 
 

II cero pasquale acceso che accompagna la nostra preghiera è richiamo alla promessa divina che l'ultima parola su ogni vicenda umana, anche la più dolorosa, è Parola di Vita e di Risurrezione.
web site official: www.suoredimariabambina.org