DAL MONDO
   
 

JUNIN - ARGENTINA

Un dono di Maria Bambina



Non è una notizia aggiornata, risale al settembre 1984, ma da allora abbiamo sempre sentito il bisogno di condividerla.
Ora abbiamo deciso di raccontarla perché non se ne perda la memoria.
Era precisamente il terzo giorno della novena di Maria Bambina e ci trovavamo nell'ospedale pediatrico di Junin con una bambina dell'«Hogar Belgrano» ricoverata.



 

A mezzanotte venne da noi il nonno di un bambino di due mesi molto grave, per il quale secondo il dottore non c'erano speranze.
Era cianotico, aveva in testa un'arteria ostruita.
Il nonno chiedeva un sacerdote perché lo battezzasse, ma non fu possibile trovarlo e allora lo battezzò suor Margarita Piloni.

Nell'aprire l'incubatrice la suora pose sotto la testina una medaglia di Maria Bambina e invitò i presenti a dire tre «Ave Maria» perché si compisse la volontà di Dio.

Il giorno dopo, nella stanza in cui si trovava Javier, che noi pensavamo fosse morto, scorgemmo un bimbo che piangeva e si moveva: era lui, guarito.
Continuò a migliorare giorno dopo giorno, finché uscì dall'ospedale.

 


 
La mamma poi lo portò all'«Hogar Belgrano», per presentarlo a Maria Bambina, e in parrocchia per completare il Battesimo.

 

web site official: www.suoredimariabambina.org