DAL MONDO
 


MONZA - COLLEGIO BIANCONI
Prendersi cura


Scrive la prof. Mariangela Serpico, lettrice d’inglese al «collegio Bianconi»:


La sfida dell’educazione mette in cuore, ogni giorno, la misura del nostro essere insegnanti. Per questo ho pensato che, al di là del mio programma di inglese, avrei potuto far emergere quel contenuto nascosto di passione e di cura per l’altro attraverso un gesto semplice, ma in sé significativo.
Ho coinvolto le prime classi del liceo nel «Plant Project» (progetto della pianta) con l’obiettivo di risvegliare negli studenti lo stupore che è in loro e che spesso rimane sopito. Li ho invitati a pensare all’anno scolastico che volge al termine, a scrivere un breve ringraziamento e a formulare un desiderio per il loro futuro.

Il foglietto, con i loro pensieri, sarebbe stato legato a una pianticella che ciascuno avrebbe portato e che, in seguito, essi stessi avrebbero interrato e curato su una piccola area messa a disposizione nel giardino del «collegio Bianconi».

Affidare agli studenti il compito di prendersi cura mi è sembrata la sfida del momento.
Perciò, dopo qualche giorno, i ragazzi sono arrivati tutti con una piantina diversa, unica e bellissima come loro. Vederli arrivare è stata una vera emozione.


 

Imbarazzati, confusi e incerti di quello che stavano per vivere, si sono affidati a me.
Insieme ci siamo recati in cappella.
I ragazzi durante il tragitto con la loro piccola pianta hanno preso consapevolezza dell’importanza e del motivo di questo progetto. Qui ognuno ha condiviso il proprio pensiero e le proprie emozioni.
Anch’io ho espresso loro la mia gioia per averli incontrati. Davanti al Signore c’erano la loro vita, i loro sguardi buoni, i loro desideri, il loro stupore. E anche un po’ di commozione.
Mi è venuta in mente una frase di Michelangelo: «Nell’uomo c’è tutto, basta saperlo scolpire e rivelargli quello che è in potenza, per spingerlo al massimo della propria realizzazione ».

Mi auguro che i ragazzi conservino in cuore questo momento. A breve essi potranno vedere il giardino della scuola abbellito e arricchito con le piantine da loro interrate in un giorno di maggio.
Crescere e far crescere è un atto d’amore.

 

 

 

 

 

 

web site official: www.suoredimariabambina.org