DAL MONDO
 
 


NAZARETH
Una notte particolare

 
 



Suor Gini Mathew, che studia ebraico a Gerusalemme, ha potuto ottenere per due di noi e per una suora della Santa Croce il permesso di passare la notte del venerdì al santo Sepolcro e al Calvario.

Abitualmente alle ore 21.00 c’è la cerimonia di chiusura e quella sera erano presenti i sacerdoti greco-ortodossi, copti, armeni e quello cattolico. Chiusa metà porta, si è aspettato che i turisti uscissero.
Fortunatamente il sacerdote greco-ortodosso si è accorto di un giovane rimasto seduto sul banco laterale, mentre quelli che avevano il permesso di fermarsi per la notte erano in piedi, in attesa della chiusura totale della porta.
Quel giovane, che non faceva parte del gruppo, si è rifiutato di uscire, poi, all’improvviso, ha estratto un coltello che teneva nascosto sotto una grossa giacca di juta.

Noi suore siamo state consigliate di entrare nel piccolo Sepolcro e, con grande paura, ci siamo messe a pregare. Mentre pregavamo abbiamo sentito degli spari e ci siamo preparate a morire anche noi.
L’intruso aveva tentato di accoltellare le guardie e minacciava il gruppo di giovani che venivano dalla Francia, accompagnati da un sacerdote e da due suore. Le guardie, allora, gli hanno sparato finché è caduto ed è stato portato in barella all’ospedale.

Nonostante lo shock, il gruppo è infine riuscito a passare la notte in preghiera. Ai cattolici è stato permesso di rimanere nel sepolcro fino all’1.30; poi sono entrati i sacerdoti degli altri riti a pregare e a cantare fino alle 4.15. Alle 4.30 tutti ci siamo riuniti per la Messa.

Abbiamo ringraziato Dio per la sua protezione e abbiamo pregato per le necessità del mondo, specialmente per il Santo Padre, per tutta la Chiesa e in particolare per il nostro Istituto.










 


 
web site official: www.suoredimariabambina.org