DAL MONDO
 
 


SAN GIORGIO DI NOGARO
Sulle navi


«Apostolato del mare, accoglienza per tutti»: è iniziato così, nell’invemo del 2007, l’interessamento a una decina di ‘invisibili’ (così si sentono) bloccati, senza stipendio, né indumenti, né viveri, in una nave abbandonata «Sea Star» a Porto Nogaro.

 
 

Sollecitata da questo episodio, la Caritas parrocchiale si è attivata e, con l’aiuto della Caritas diocesana di Udine, ha studiato un progetto di assistenza e di vicinanza umano-spirituale ai marittimi che soggiornano nel nostro porto.

Porto Nogaro fa parte del comune di San Giorgio; solo da pochi anni il porto si sta vivacizzando, perché si è scoperta una richiesta nuova.
Con discrezione e umanità ci si avvicina a tanti fratelli provenienti da molti Paesi e si offrono loro l’occasione di mettersi in relazione con le proprie famiglie tramite internet e l’opportunità di rapporti con il territorio che li ospita, sia pure per pochi giorni.

Nelle visite settimanali, guidate da un’assistente sociale e da un volontario della Caritas, da due mesi si è inserita una suora di Maria Bambina.
Il primo incontro con la realtà marittima è stato un po’ faticoso, essendo la suora abituata a un tipo di pastorale ben diverso.
La visita sulle navi permette di incontrare i marittimi come persone che prestano un servizio prezioso per la nostra economia e consente a loro di valorizzare l’accoglienza e l’interessamento della Chiesa, esperta in umanità.

 
Queste persone dallo sguardo freddo, distaccato, solite a sostare in vari porti italiani, dimostrano tuttavia tanta riconoscenza nel sentirsi accolti come fratelli. Con i nostri piccoli gesti, infatti, diciamo loro: «Non siete più stranieri, né ospiti, ma siete concittadini dei santi e familiari di Dio» (Ef 2,9).



 
web site official: www.suoredimariabambina.org